Le celebrità femminili stanno diventando più vocali riguardo alla loro ansia, ecco perché è importante

Sulla parete della mia camera da letto c'è una foto di Lili Reinhart che sembra bellissima in rosa di Betty Cooper, in contrasto con un auto-congratulazioni 'Non aveva un adesivo per la rottura mentale. Ho comprato l'adesivo come una ricompensa infantile mentre cercavo di ridurre la mia ansia per Dollar Tree, ed è strano ora vederlo accanto a Reinhart, qualcuno che comunica in modo così eccellente e sincero le sue prove con la salute mentale. 'Non ho imparato a conoscere la depressione o l'ansia a scuola, ha detto V magazine a gennaio. 'Quindi quando sono dovuto andare dai miei genitori per dire:' Ho bisogno di aiuto, ho bisogno di andare in terapia ', mi sentivo come un ragazzo strano e incasinato. E non lo ero, ma mi sentivo così.

Quella paura correlabile parla dell'importanza di parlare francamente dell'ansia e Reinhart non è l'unica celebrità femminile ad essere stata vocale. Oggi Selena Gomez, che in passato ha parlato pubblicamente delle sue lotte con ansia e depressione, è stata ricoverata in ospedale dopo aver subito un attacco di panico. E nelle ultime settimane Emma Stone, Gisele Bündchen e Serena Williams (solo per citarne alcuni) hanno prestato la loro voce a questa discussione sulla salute mentale.



Questa conversazione non potrebbe arrivare in un momento migliore. Per prima cosa, è difficile non sentirsi stressati come una donna in questo momento. Il nostro attuale clima politico e tecnologico è caratterizzato da un senso di disperazione e disperazione di fine giornata. Basta guardare al preoccupante aumento dei fattori scatenanti del disturbo post traumatico da stress dopo l'udienza di conferma della Corte Suprema di Brett Kavanaugh. E oltre ai fattori sociali, i disturbi d'ansia fare tende ad essere un po 'di genere: uno studio del 2016 pubblicato sulla rivista Cervello e comportamento ha rivelato che le donne hanno quasi il doppio delle probabilità rispetto agli uomini di sviluppare un disturbo d'ansia. Secondo gli autori dello studio, ciò potrebbe essere dovuto a fattori biologici (come le differenze nella chimica del cervello e le fluttuazioni ormonali) o al modo in cui le donne affrontano lo stress rispetto agli uomini.

Uno studio del 2016 pubblicato sulla rivista Cervello e comportamento ha rivelato che le donne hanno quasi il doppio delle probabilità rispetto agli uomini di sviluppare un disturbo d'ansia.



Olivia Remes, la principale autrice di quel documento, frequente relatore alla TED e dottoranda all'Università di Cambridge, vede questo movimento verso una maggiore trasparenza come una cosa positiva. 'Molte più persone parlano di salute mentale e ansia adesso di quanto non facessero, diciamo, 10 anni fa', afferma. 'C'è stato sicuramente un cambiamento in meglio. Ci sono altri programmi televisivi, podcast, programmi radiofonici e articoli di giornali che ne parlano e molte celebrità si stanno facendo avanti dicendo che ne soffrono anche loro. Tutte queste cose contribuiscono a una maggiore consapevolezza dei disturbi e dei loro sintomi e aiutano a rimuovere il tabù associato alla richiesta di aiuto.



Allo stesso modo, le persone che si identificano con la lotta per la salute mentale possono imparare i modi in cui le stelle stanno affrontando e persino essere un po 'ispirate. Trovare un senso dello scopo, ad esempio, ha dimostrato di aiutare chi soffre di ansia, e due donne vincitrici di un Oscar potrebbero garantirlo. Le ansie di Jennifer Lawrence emersero nelle sue interpolazioni, e fu solo dopo aver scoperto la sua passione che trovò una via di fuga. 'Avevo problemi a scuola e avevo molte ansie sociali ... e la recitazione era l'unica cosa che ha fatto andare via l'ansia. Non mi sono sentito bene con me stesso finché non ho scoperto la recitazione e quanto mi ha fatto sentire felice, ha detto ad Esperanza ad agosto.

Stone, a cui è stata diagnosticata una malattia d'ansia generalizzata e ha sofferto di attacchi di panico sin da bambina, è stata anche in grado di calmare la sua mente iperattiva con lezioni di recitazione. 'Con l'improvviso, ho imparato che avrei potuto prendere tutti questi grandi sentimenti e ascoltare davvero il momento e usare tutto il mio cervello associativo che mi sveglia ancora nel cuore della notte ... per essere utile al mio lavoro', ha detto. Entrambe le donne sono anche in anticipo su come hanno visto il successo usando terapia e farmaci per cercare la pace e che ogni giorno è ancora una battaglia.

'A volte le persone che non hanno mai avuto problemi di salute mentale pensano che questi problemi siano tutti nella tua testa.' L'ansia non è nella tua testa, 'è una condizione grave che può portare a morte precoce, diabete e malattie cardiache. Deve essere preso sul serio. -Olivia Remes, dottoranda

Trovare una nuova normalità non avviene dall'oggi al domani, ma perché soffrire in silenzio in primo luogo? In una rivelazione straziante ma non sorprendente, potrebbe essere che le donne stiano zitte perché hanno paura di non essere prese sul serio. Quando ascoltiamo le donne che raccontano le loro esperienze, è comune vedere parole come 'vergogna e colpa' riciclate. 'Penso che un facilitatore dello stigma sia disinformazione, dice Remes. 'A volte le persone che non hanno mai avuto problemi di salute mentale pensano che questi problemi siano tutti nella tua testa', ma dire questo perpetua solo disinformazione. L'ansia non è nella tua testa, 'è una condizione grave che può portare a morte precoce, diabete e malattie cardiache. Deve essere preso sul serio.

Questo ricorda la sommatoria della sua ansia da parte di Bündchen: 'Ho avuto una posizione meravigliosa nella mia carriera, ero molto vicino alla mia famiglia e mi sono sempre considerato una persona positiva, quindi mi stavo davvero picchiando. Ad esempio, perché dovrei io senti questo? Mi sentivo come se non mi fosse permesso di stare male, disse Persone. 'Mi sentivo impotente. Il tuo mondo diventa sempre più piccolo e non riesci a respirare, che è la peggior sensazione che abbia mai avuto. In realtà ho avuto la sensazione di, 'Se dovessi semplicemente saltare dal mio balcone, questo finirà e non dovrò mai preoccuparmi che questa sensazione del mio mondo si stia chiudendo'.

Il racconto straziante di Bündchen ci ricorda che i problemi di salute mentale non discriminano. D'altro canto, è difficile non considerare questo: mentre le celebrità femminili hanno fattori di stress incredibilmente unici per le pressioni della fama, hanno anche un migliore accesso (e denaro per) alle risorse per la salute mentale. Ora, considera uno studio condotto dall'Università di Cambridge nel 2017 che le donne che vivono in aree indigenti dell'Inghilterra avevano più del 60 percento in più di probabilità di avere ansia rispetto a quelle nelle aree ricche. Quelle donne che lavorano tre part-time non hanno l'assicurazione sanitaria per la terapia o il tempo per cercare uno scopo. Sono troppo occupate a concentrarsi sulla sopravvivenza.

Di conseguenza, ho visto che la negligenza della salute mentale si verifica con i miei coetanei: la mia amica pulisce il suo appartamento per mantenere un senso di controllo (condivide un attacco di ansia che respinge Lawrence), la mia compagna di stanza che cade a pezzi quando non ha accesso a il suo tanto necessario Prozac. Ho assistito molti i propri cari che spingono via la terapia perché non è qualcosa che possono permettersi in questo momento. E ho lasciato che la mia ansia sociale si manifestasse in alcuni modi divertenti, tra cui 'non riuscire a rispondere a una telefonata e' volare in un attacco di panico all'idea di parlare con un conoscente (che, per la cronaca, pone limiti duri a una carriera nel giornalismo).

Quindi in un mondo in cui le donne si sforzano molto di mantenerci in bilico, sotto controllo e perfetti per Instagram, stiamo lentamente facendo spazio per la realtà molto più caotica.

Ma questo non significa per un secondo che non c'è validità nelle lotte di ansia di una celebrità. In realtà, non fa che rafforzare il modo in cui usare la loro piattaforma pubblica per parlarne è una cosa meravigliosa.

Le celebrità sono incoraggiate ad essere costantemente 'attive' per la loro base di fan, ma la scelta di essere onesti e aperti sulle loro battaglie può avere enormi benefici. Creare questa consapevolezza aiuta a normalizzare l'esperienza, rendendo più facile per le donne in situazioni ad alto rischio le risorse e l'aiuto di cui hanno bisogno. La visibilità è importante e persino potenziante. 'Dimostra che anche le donne belle e di successo con una vita apparentemente perfetta hanno anche problemi di salute mentale, dice Remes. 'E va benissimo ammettere che lo fai e cercare aiuto se ne hai bisogno.

Quindi in un mondo in cui le donne si sforzano molto di mantenerci in bilico, sotto controllo e perfetti per Instagram, stiamo lentamente facendo spazio per la realtà molto più caotica. Oggi non ho avuto un esaurimento mentale, ma se lo facessi, non mi definisce e non mi rende una persona incasinata. Grazie, Lili (ed Emma, ​​Serena, Gisele, Selena) per avermi aiutato a vedere questo.

Per rilassarsi, Lady Gaga sceglie di guardare film horror. E mentre stiamo abbattendo gli stimmi, ecco 9 miti comunemente creduti sull'ansia.