Ecco cosa significano i piccoli dossi sul viso, secondo i dermatologi

Non sono brufoli, quindi che diamine sono quei piccoli dossi sulla mia faccia? Se questa è una domanda che ti sei posto mentre ti avvicini e ti avvicini ai tuoi pori in uno specchio ingranditore, non sei solo. Avere piccoli dossi sul viso è piuttosto comune. Nella maggior parte dei casi, il dott. Morgan Rabach, dermatologo certificato e co-fondatore di LM Medical a New York, afferma che i piccoli dossi sono benigni e nulla di cui preoccuparsi.

Comunque lo è sempre una buona idea di andare a vedere un dermatologo ogni volta che si presenta un nuovo urto o uno vecchio cambia, prude, brucia o sanguina perché c'è la possibilità che possa essere canceroso. Ma, poiché siamo umani curiosi (leggi: ipocondriaci) che hanno una tendenza all'autodiagnosi, abbiamo chiesto a un paio di dermi di condividere i tipi comuni di piccoli dossi del viso, cosa significano e come trattarli. Se dopo aver letto tutto non sei ancora sicuro di quali specie siano i piccoli dossi sul tuo viso e cosa fare al riguardo, prenota un appuntamento con un dermatologo al più presto.



Tipi comuni di piccoli dossi sul viso e come trattare

whiteheads

La dermatologa Sandra Lee, alias Dr. Pimple Popper, afferma che i whiteheads sono uno dei tipi più comuni di protuberanze che le persone hanno. 'I punti bianchi, noti anche come comedoni chiusi, si verificano quando pelle morta, sporco, batteri e olio si mescolano e formano un poro ostruito che appare come una protuberanza bianca sulla superficie della pelle', afferma. 'Questi sono simili a un comedone, ma hanno un sottile strato di pelle che copre l'apertura, facendoli apparire come una protuberanza bianca o color pelle. Poiché i punti bianchi sono un tipo di acne non infiammatoria, aggiunge che di solito sono causati da prodotti di bellezza che ostruiscono i pori, il sudore in eccesso o i cambiamenti ormonali.

Se è un bianco: usa l'acido salicilico

Il modo preferito di Lee per trattare i punti bianchi è con l'acido salicilico. 'Questo beta idrossiacido è un ottimo esfoliante ed è in grado di cristallizzare e depositarsi in profondità nei pori per eliminare i detriti, migliorare i punti bianchi attuali e prevenire quelli futuri', afferma.



migliaia

'Milia è un termine dermatologico per cisti molto piccole e superficiali che si formano appena sotto la pelle, più comunemente intorno agli occhi, che è la pelle più sottile che abbiamo sul corpo, dice Lee. Il dottor Rabach aggiunge che chiunque può prenderli, anche se non hai la pelle incline all'acne, e soprattutto se stai usando prodotti che contengono olio. Secondo Lee, l'uso di prodotti occulsi come detergenti con piccole microsfere abrasive e procedure come peeling chimici e laser resurfacing può anche promuovere lo sviluppo di milia.



Se è milia: usa un retinoide topico

Se hai la vaga idea che i piccoli dossi sul tuo viso sono milia, Lee consiglia di non tentare di sbarazzartene da solo per quanto allettante. 'Queste piccole cisti si trovano sotto uno strato di pelle più spesso di quello di una testa bianca e puoi davvero rischiare infezioni e cicatrici se provi a rimuoverle da solo', afferma. La cosa più semplice da fare è lasciarli andare da soli, anche se possono volerci alcuni mesi. Ma se sei impaziente e vuoi una pelle chiara come ieri, suggerisce di utilizzare un retinoide topico per accelerare il processo di turnover della pelle e bandire più rapidamente l'urto. Il dottor Rabach suggerisce anche di eliminare gli oli per il viso se il milia è qualcosa con cui si lotta. Sostituiscilo con una crema idratante senza olio.

Cheratosi pilare

'Le protuberanze legate alla cheratosi pilaris compaiono quando quantità eccessive di cheratina (la proteina che protegge la nostra pelle) si accumulano e formano piccoli dossi sulla pelle che possono sembrare carta vetrata o pelle di pollo, dice Lee. 'La cheratosi pilare è comune nella parte posteriore delle braccia o delle gambe, ma alcune persone possono sperimentarlo anche sul viso. Questo tipo di protuberanze, aggiunge, tendono ad essere genetiche e comuni tra le persone con tipi di pelle secca a causa dell'accumulo di pelle morta.

Se si tratta di cheratosi pilaris: esfoliare e idratare la pelle

La chiave per il trattamento della cheratosi pilaris, afferma Lee, è quella di mantenere la pelle esfoliata e idratata. 'Prova a usare AHA (alfaidrossiacidi) e BHA (beta idrossiacidi) come acido glicolico e acido salicilico e una buona crema idratante non comedogena', afferma.

Se è uno dei precedenti:

Indossa SPF

Per evitare che i piccoli dossi sul viso si formino in primo luogo, il dottor Rabach raccomanda di applicare la crema solare ogni giorno. Cerca uno con almeno SPF 30 e che contenga titanio o zinco. 'Questi ingredienti impediscono fisicamente alla luce solare di entrare nella cellula', afferma.

Trova una routine di cura della pelle che funzioni per la tua pelle

Lee dice che il numero chiave per prevenire i piccoli urti è trovare una routine di cura della pelle che la tua pelle ama e attenersi ad essa. 'Una routine di cura della pelle coerente che funziona per il tuo tipo di pelle è vitale non solo per correggere problemi come questi, ma per impedire loro di riapparire, dice.

Consulta un professionista e rimuovili

E, ultimo ma non meno importante, se vuoi solo sbarazzarti della piccola protuberanza, vai a vedere un dermatologo. 'Molte volte, questi dossi possono essere facilmente e rapidamente rimossi e, in alcuni casi, sottoposti a biopsia, il che significa che preleviamo il piccolo campione di pelle e lo testiamo in un laboratorio in cui un altro medico guarda al microscopio per verificare la presenza di cellule pericolose, Dr. Rabach dice.

Inoltre, secondo un dermatologo, la più grande condizione della pelle mal diagnosticata. E come affrontare l'irritazione della pelle del viso.