Mi sono liberato dagli antidepressivi in ​​modo naturale e non mi guardo mai indietro
1/5 Inizia 2/5 Fu qualche mese fa quando stavo prendendo il mio antidepressivo, proprio come ho fatto ogni notte negli ultimi cinque anni, e mi sono reso conto che non volevo più farne parte.

Il restringimento che me lo aveva prescritto non aveva mai detto che avrei dovuto prenderlo per sempre (anche se nessuno aveva detto che non lo avrei fatto). Ma quella notte, esaminando il mio nuovo pensiero su tutto questo nel momento in cui l'ho ingoiato, mi chiedevo: era diventata un'abitudine, o addirittura una stampella nella mia vita, piuttosto che una necessità per una grave depressione? (Risposta: nel mio caso, probabilmente.) Quindi, come potrei farlo in modo sicuro?

Questo è il mio cervello sulle droghe

Penso che dovrei dire che mentre alcune persone potrebbero aver bisogno di un regolatore dell'umore o di un SSRI (inibitore selettivo del reuptake della serotonina) per motivi chimici super-solidi, penso di aver bisogno di un antidepressivo per quelli ambientali. Una ragione? La mia situazione è diventata completamente diversa rispetto a quando mi è stato prescritto per la prima volta Lexapro, una variante SSRI comune. E ha fatto una grande differenza. Le caselle sono state controllate e sono essenzialmente dove voglio essere, ho un ottimo lavoro, un grande fidanzato, grandi amici. Il mio umore corrisponde alla mia realtà piuttosto decente. E la mia realtà, anche quando accadono cose schizzinose ora, non mi fa completamente a vapore il mio umore (o il totale senso di sé).



Ero curioso: il mio esercizio fisico sano e le mie abitudini alimentari (insieme ai miei sporadici tentativi di meditazione) potevano fornire abbastanza vento che stimolasse l'umore nelle mie vele?

Questo non vuol dire che non sono ancora depresso, ovviamente. La depressione ad alto funzionamento è una cosa molto reale, dopo tutto. Mi sento come se fossi in un posto migliore e più capace di non dover fare affidamento sulle pillole per essere veramente felice. E, soprattutto, volevo testare se questo fosse vero.



Intellettualmente, avevo avuto un po 'di fiducia per uscire dalla Lexapro da cose che stavo imparando sul ritmo del benessere sul lavoro. La mia teoria: probabilmente produco un flusso davvero costante di endorfine che stimolano la felicità, dal momento che sarei diventato un avido partecipante degli allenamenti HIIT, ed evito anche abbastanza alimenti infiammatori per livellarmi naturalmente, quindi perché non ridurre il numero di sostanze chimiche stai ingerendo?



E dopo aver appreso di più sulla connessione tra intestino e depressione, ero curioso di sapere se il mio esercizio piuttosto sano e le mie abitudini alimentari (insieme ai miei sporadici tentativi di meditazione) potessero fornire abbastanza vento che stimolasse l'umore nelle mie vele.

Così ho deciso di smettere di usare le medicine che mi avevano livellato per anni, che onestamente mi sembrava di andare in battaglia senza armature.

3/5

Il problema con l'interruzione degli antidepressivi

Ma non puoi semplicemente smettere di prendere le pillole. Ho avuto occasioni in cui avevo perso un paio di dosi e ho avvertito cambiamenti significativi nella mia chimica del cervello (alcuni googling hanno prodotto il termine 'zapping cerebrale', che ha descritto in modo abbastanza preciso la sensazione strana e scomoda che puoi provare dopo aver saltato le dosi).

Quindi non avevo l'illusione che il processo di eliminazione degli antidepressivi fosse complesso, e non qualcosa che dovrebbe essere fatto senza la supervisione di un medico. Sono andato a trovare Meredith Bergman, M.D., uno psichiatra olistico, per vedere cosa avrei dovuto fare.

Il Dr. Bergman è davvero disponibile e comunicativo per un restringimento; per niente come il MD che mi ha dato Lexapro, quattro minuti del suo tempo, e una pacca di buona fortuna sulla schiena. Ma non ha aggiunto queste informazioni: 'Le case farmaceutiche non conducono ricerche su come ridurre questi farmaci, conducendo alcuni medici impreparati e senza protocolli specifici per farlo, mi ha detto nel suo accogliente ufficio di New York City. 'Ciò può portare a mantenere i pazienti sotto controllo a tempo indeterminato, in quanto vi sono solo alcune vaghe linee guida su quando o come tentare una rastremazione, soprattutto in situazioni complicate quando è coinvolto più di un farmaco o il paziente ha diagnosi multiple o problemi di salute.

'Le compagnie farmaceutiche non conducono ricerche su come ridurre (antidepressivi), portando alcuni medici impreparati e senza protocolli specifici per farlo.

E la sospensione dei tuoi antidepressivi può portare a gravi ritiri, anche in scenari ben gestiti come quello che stavo cercando di creare con il Dr. Bergman. Spiegò che scendere dagli antidepressivi è più facile se ci provi da meno di sei mesi, ed è molto più difficile quando li assumi da più di cinque anni, come nel mio caso. Volevo prevenire la sindrome da sospensione. (Voglio dire, chi vuole sostituire una sindrome con un'altra?)

'La sindrome da sospensione è il termine per le reazioni di astinenza (somatiche e psicologiche) che si verificano dall'improvvisa diminuzione dell'attività dei neurotrasmettitori (cioè serotonina) quando un antidepressivo viene interrotto', afferma il dott. Bergman. 'È stato documentato in tutte le classi di agenti antidepressivi inclusi TCA, MAOI, SRI, SSRI e SNRI. Ciò non significa che sei dipendente dai tuoi farmaci. I sintomi possono essere lievi o gravi e invalidanti e possono manifestarsi immediatamente dopo aver perso una dose e possono durare diversi mesi. Incrociai le dita su quest'ultimo punto, sperando, come quando una pubblicità di droga trafigge un elenco di orribili effetti collaterali che si verificano in una manciata di persone, che sarei risparmiato.

Certo, sono stato anche avvertito (e preoccupato) del rischio di ricaduta, che è ancora più alto quanto più sei stato in terapia. Mi trovavo in un posto vulnerabile, avevo appena raggiunto quel segno di cinque anni, quindi dovevo stare molto attento, ma ero determinato a riuscire a farcela.

4/5

La mia strategia per eliminare gli antidepressivi

La buona notizia è che cose come la talk terapia possono essere davvero utili nel fornire supporto durante questo periodo, sia con un professionista o, più conveniente, con i tuoi amici e familiari. Quindi l'esercizio fisico, una dieta sana, la meditazione, lo yoga, il sonno adeguato e l'evitamento di alcol o altre droghe illecite, afferma il dott. Bergman, sono totalmente fattibili (e normali) per me.

Questo era il nostro piano: continuare a tagliare le mie pillole in quarti e prenderle fino a quando non si sono esaurite (confessione: l'avevo fatto per l'ultimo mese della mia prescrizione e comunque non avevo lasciato ricariche). Più piccola è la dose con cui finisci, meglio è.

'Per favore, goditi questi spuntini salutari, stavo dicendo al mio cervello, sperando che potesse dimenticare che non stavamo più consumando le pillole per il benessere.

Inoltre: ottenere integratori. 'Di solito la mia strategia è quella di prescrivere una compressa di Prozac 20 mg, che ha una lunga emivita che si lava da sola', afferma il dott. Bergman. 'Ma le vitamine e gli integratori possono anche essere utili nel ridurre i sintomi di sospensione.

Il dottor Bergman afferma che questi sono gli integratori per la salute mentale che tutti dovrebbero assumere. 'Anche agenti naturali come GABA, rhodiola, L-teanina, melatonina, radice di valeriana, passiflora, zinco e enotera sono fantastici', afferma.

Non li ho presi tutti (forse a torto), ma ho fatto scorta di magnesio (il 'minerale del benessere'), enotera, probiotici e omega-3 e speravo che sarebbe stato abbastanza sostitutivo degli SSRI il cervello era abituato. 'Per favore, goditi questi spuntini salutari, stavo dicendo al mio cervello, sperando che potesse dimenticare che non stavamo più consumando le pillole per il benessere.

5/5

Il mio viaggio fuori dalle stampelle

Quando ho finito i miei antidepressivi, mi sentivo come se stessi uscendo nel mondo senza le mie stampelle metaforiche. E le cose sono diventate disordinate senza di loro.

Bergman ha detto che gli sbalzi d'umore e la sensibilità emotiva sono stati una reazione normale per la prima settimana al mese (o più a lungo), quindi non sono rimasto sorpreso quando mi sono trovato molto turbato per il fastidio del lavoro quel primo giorno (sto parlando di quasi-fusione modalità) o quando ho pianto più del solito nelle prossime due settimane (a volte solo ascoltando una canzone di Frank Ocean). Mi sentivo seriamente fragile dal punto di vista emotivo e potevo piangere istericamente alla goccia di uno spillo. Ero un po 'preoccupato che questo non avrebbe funzionato.

Non ho provato il dolore del ritiro, che è stato fortunato e importante. Così ho provato a potenziarlo con più cura per entrare in una normale tuta di sudore e prendere gli integratori raccomandati dal Dr. Bergman, con la speranza che diventasse più facile con il tempo.

Trovare la forza interiore per gestire la mia depressione, specialmente durante i minimi, mi ha dimostrato che posso sempre trovare la luce per me stesso quando mi sembra di essere immerso nelle tenebre.

Negli ultimi due mesi, ho notato che l'estrema montagna russa emotiva si è placata. Devo dire a me stesso che sono abbastanza forte da affrontare i fattori di stress quotidiani e le brutte situazioni che si presentano, e a volte ne dubito e chiudo. Ho scoperto il potere del respiro, che è venuto in mio aiuto in momenti difficili. E comunicare i miei sentimenti con qualcuno mi toglie molto dalle spalle, trattenere tutto dentro renderebbe molto più difficile farcela.

Piango ancora e mi sento molto basso a volte. La depressione è una malattia che richiede uno sforzo cosciente con cui convivere e scendere definitivamente dagli antidepressivi non è per tutti.

Sono fortunato, mi rendo conto. Trovare la forza interiore per gestire la mia depressione, specialmente durante i minimi, mi ha dimostrato che posso sempre trovare la luce per me stesso quando mi sembra di essere immerso nelle tenebre.

E quando penso a quello che ho passato, tutto da solo, mi fa sorridere.

Altri modi per essere felici? Prendi questi 3 semplici consigli di felicità dal più vecchio insegnante di yoga del mondo. Ed ecco 5 spunti di felicità che cambiano la vita che questo guru del fitness ha appreso in un'esperienza di viaggio epica.