Il miglior momento della giornata per prendere le medicine per l'allergia, secondo un allergologo

Le allergie stagionali sono il peggio. All'inizio, sei felice di vedere tutto il verde spuntare dopo un lungo inverno. Quindi la prossima cosa che sai, i tuoi occhi sono rossi, il tuo naso è gocciolante e, peggio ancora, starnutisci 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Quindi, prendi il tuo antistaminico per alleviare quei sintomi. Ma qual è il momento migliore per prendere le medicine allergiche per la massima efficacia?

Molte persone non prendono quella pillola fino a quando non stanno già trascinando la mattina. Ecco perché gli esperti dicono che dovresti effettivamente prendere i tuoi antistaminici prima di andare a letto la sera.



'Gli antistaminici impiegano almeno 30 minuti per funzionare, e quelli più recenti, a lunga durata d'azione ti dureranno 24 ore, quindi sarai coperto fino al giorno successivo. Funzionano meglio quando sono già nel tuo sistema, quindi la sera prima è più efficace, afferma Purvi Parikh, MD, un allergologo / immunologo dell'Allergy & Asthma Network. 'Poiché alcuni antistaminici ti rendono sonnolento, in realtà è meglio prenderli prima di coricarsi.

Bonus: prenderli in anticipo significa che ti alzi giusto in tempo per loro per raggiungere la prima zona di lotta contro le allergie. 'Gli antistaminici una volta al giorno raggiungono la massima efficacia dalle 8 alle 12 ore dopo averli assunti, quindi usarli all'ora di cena o prima di coricarsi significa un migliore controllo dei sintomi diurni', afferma Yoon Mi Kim, DO, specialista in allergie e immunologia per Geisinger.



Finché sei coerente e prova a prendere le tue medicine prima dell'esposizione, il Dr. Parikh dice che ogni volta funzionerà. Ma per chiunque sogna di svegliarsi senza le risatine, non si può battere ingoiando la pillola prima di prepararsi per un po 'd'occhio.

Se stai cercando un metodo privo di medicine per combattere le allergie, potresti voler esaminare il polline d'api. Ma prima controlla questo elenco per assicurarti di non fare nulla che lo stia peggiorando.