Perché le giovani donne hanno sudorazioni notturne?

Svegliarsi con lenzuola umide è più comune di quanto si pensi, e non sta succedendo solo alle donne in menopausa, afferma Robin Berzin, MD, CEO della pratica di medicina funzionale Parsley Health. Qui, il membro del Well + Good Council spiega perché potrebbero esserci delle sudorazioni notturne ... e cosa puoi fare per mantenere le cose fresche andando avanti.

La maggior parte delle persone associa la sudorazione notturna alla menopausa. Ed è vero che i sudori notturni sono uno di questi in una serie di sintomi associati alla menopausa e alla peri-menopausa, inclusi sbalzi d'umore, aumento di peso, secchezza vaginale, diminuzione della libido e urgenza urinaria. Questi sintomi possono manifestarsi già alla fine degli anni '30 o all'inizio degli anni '40, sebbene negli Stati Uniti l'età media per la menopausa sia di 51 anni.



Ovunque dal 10 al 40 percento degli adulti riferisce sudorazioni notturne in un determinato anno.

Eppure alcune donne tra i 20 e i 30 anni che non sono in menopausa riferiscono di sudorazioni notturne che si propagano a ondate, portando a pigiami e lenzuola fradici e hanno erroneamente paura di andare in menopausa precoce. Di solito, tuttavia, non è così.



I sudori notturni sono in realtà relativamente comuni. Ovunque dal 10 al 40 percento degli adulti li segnala in un determinato anno. Ci sono alcuni motivi per cui potresti avere sudorazioni notturne, anche se sei lontano dalla menopausa e i tuoi cicli sono perfettamente normali.



Continua a leggere per alcune abitudini e scenari che potrebbero portare a (non pianificato) p.m. sessioni di sudore.

Variazioni normali nel ciclo mestruale

Sappiamo che quando gli estrogeni diminuiscono, la zona termoneutrale del corpo, che è dettata dal cervello, si restringe. Ciò significa che c'è una finestra più piccola della finestra della temperatura ambientale che il tuo corpo tollererà prima di provare a compensare cambiando il suo tasso metabolico o usando la perdita di calore evaporativa-sudorazione dell'AKA.

Questo è uno dei motivi della sudorazione notturna in menopausa, ma durante il normale ciclo mestruale di una donna, i livelli di estrogeni sono piuttosto bassi per la prima settimana (quando ha il ciclo mestruale) e di nuovo nei giorni 26-28, proprio prima che lei riceva il ciclo mestruale (ipotizzando un ciclo di 28 giorni). Quindi, se stai ricevendo periodicamente sudorazioni notturne, nota se cadono in questa finestra del tuo ciclo.

Basso livello di zucchero nel sangue

Quando la glicemia scende causando ipoglicemia o qualcosa noto come 'ipoglicemia relativa', significa che il livello di zucchero nel sangue è tecnicamente normale, ma la caduta improvvisa è sufficiente per innescare ormoni come adrenalina e sudorazione di cortisolo durante la notte. Questo è più comune nelle persone con diabete, che hanno difficoltà a regolare la glicemia in generale. Può succedere anche nelle persone che seguono una dieta squilibrata, con proteine ​​e grassi insufficienti per bilanciare la glicemia nel tempo. A Parsley Health, analizziamo i modelli dietetici e incoraggiamo il consumo di proteine, grassi e fibre la sera per aiutare a regolare la glicemia durante la notte. Suggerimento: prima di andare a letto, prendi un cucchiaio di burro di mandorle o un uovo per regolare lo zucchero nel sangue.

Ansia

Quasi tutti a volte hanno l'ansia, sia che si tratti di pensieri da corsa e di ansia generalizzata, sia che divampi qua e là situazionalmente. L'ansia sottostante aumenta il tono simpatico o l'attivazione del lato di lotta o fuga del sistema nervoso. Questo, a sua volta, aumenta gli ormoni e i neurotrasmettitori cortisolo, adrenalina e noradrenalina nel corpo. Ciò porta alla costrizione dei vasi sanguigni periferici (vasocostrizione). E alla fine: la temperatura corporea aumenta e il corpo innesca la sudorazione per rinfrescarsi.

Dieta e disintossicazione

L'eccesso di cibo, in particolare i carboidrati raffinati e lo zucchero, provoca frequenti picchi di insulina. Nel tempo, ciò può portare a una sovrapproduzione di testosterone da parte delle ovaie, che a sua volta provoca la sovrapproduzione di estrogeni (perché gli estrogeni provengono dal testosterone). Questi estrogeni devono quindi essere scomposti ed escreti. Se non espelli i tuoi estrogeni di routine (forse perché hai poche vitamine B cruciali, segui una dieta a basso contenuto di antiossidanti, hai una variante genetica nota come MTHFR o sei regolarmente stitico, tra le altre ragioni), puoi finire con metaboliti estrogeni in eccesso e, in definitiva, cicli mestruali più sintomatici.

Infezioni e cancro

Infezioni sottostanti come la tubercolosi, la brucellosi e alcuni parassiti possono causare sudorazioni notturne periodiche come il cancro. In queste condizioni, i messaggeri chimici periodicamente infiammatori chiamati citochine (come IL-6 e TNF) vengono rilasciati nel sangue. Ciò innesca cambiamenti nella zona termoneutrale e il corpo compensa quindi la riduzione della temperatura interna sudando.

Alcol e farmaci

Alcuni farmaci, inclusi antidepressivi come SSRI, farmaci per il diabete come metformina e oppioidi come l'ossicodone, possono anche interrompere la capacità del corpo di regolare la temperatura. Se stai assumendo uno di questi farmaci, chiedi al tuo medico se potrebbero essere la causa dei tuoi sintomi. Inoltre, nota se l'alcol potrebbe essere il colpevole. L'alcol interrompe la capacità del corpo di termoregolare in entrambe le direzioni, causando sia sudorazione che brividi. Anche un bicchiere o due di vino può essere sufficiente per interrompere il sonno e disturbare la temperatura corporea in alcune persone.

Pubblicato originariamente il 18 febbraio 2018; aggiornato il 6 ottobre 2018.

Robin Berzin, MD, è il fondatore e CEO di Parsley Health, un'innovativa pratica di assistenza primaria con uffici a New York, Los Angeles e San Francisco. Il dott. Berzin ha frequentato la scuola di medicina alla Columbia University. È un'istruttrice di yoga certificata e un'insegnante di meditazione.

Cosa dovrebbe scrivere Robin dopo? Invia le tue domande e suggerimenti a expert@wellandgood.com.